dicembre 18, 2017

OF FASHION -I TALENTI EMERGENTI DEL MADE IN ITALY-

image

SORRY, I’M DIFFERENT | LOOK AUDACE, SPIRITO GRINTOSO

 

T-shirt, abiti casual, borse e molto altro ancora: Sorry, I’m Different ed il suo carattere grintoso vestono una lei ed un lui dallo spirito underground quanto sbarazzino. Ma per capire il concept di questo marchio così giovane ed innovativo dobbiamo fare un salto indietro e ritornare a quel “Non ci sono paure… Tu sei differente… Non lasciarmi andare senza promettermi che non ci proverai” della madre, che con le ultime parole la sprona a rincorrere le sue aspirazioni. Dopo l’inchiostro indelebile, la scritta sul braccio “Sorry, I’m different” e tanti giorni vissuti e trascorsi da quei discorsi materni, l’intraprendente designer ha deciso di dare spazio ai suoi desideri e ad un progetto del tutto personale.

Un brand che raccontasse e “filasse” la sua di trama. L’ispirazione, la svolta definitiva? L’idea e la spinta ricevuta, dopo un viaggio alla scoperta del mondo, dalla sua piccola bimba che la incoraggia a trasformare il tattoo ormai fissato sul suo corpo in un vera e propria griffe: Sorry, I’m different. Una voce fuori dal coro per vestire e far gridare con stile tutti coloro che sono o si sentono differenti. Per giocare con il guardaroba, mixare e divertirsi. Con creatività.

Così Ilaria realizza due magliette basic con la frase Sorry, I’m different. Le prime due di una lunga serie, pensate inizialmente per lei e sua figlia. E poi subito dopo è t-shirt mania…Gli amici, gli amici degli amici, i followers e… a tutto effetto trend! Fino alla prima capsule ufficiale SevenSins by Sorry, I’m Different, lanciata in anteprima per Pitti Uomo 92 e presentata alla fashion week milanese. I sette peccati capitali sono raffigurati su jeans, magliette, felpe impreziositi di decori e tessuti ricercati, per un made in Italy che fa davvero la differenza. Per quel domani che farà, si intonerà con differenza. Sorry, I’m Different! Per info www.sorry-imdifferent.com

T-shirt, abiti casual, borse e molto altro ancora: Sorry, I’m Different ed il suo carattere grintoso vestono una lei ed un lui dallo spirito underground quanto sbarazzino. Ma per capire il concept di questo marchio così giovane ed innovativo dobbiamo fare un salto indietro e ritornare a quel “Non ci sono paure… Tu sei differente… Non lasciarmi andare senza promettermi che non ci proverai” della madre, che con le ultime parole la sprona a rincorrere le sue aspirazioni. Dopo l’inchiostro indelebile, la scritta sul braccio “Sorry, I’m different” e tanti giorni vissuti e trascorsi da quei discorsi materni, l’intraprendente designer ha deciso di dare spazio ai suoi desideri e ad un progetto del tutto personale.

Un brand che raccontasse e “filasse” la sua di trama. L’ispirazione, la svolta definitiva? L’idea e la spinta ricevuta, dopo un viaggio alla scoperta del mondo, dalla sua piccola bimba che la incoraggia a trasformare il tattoo ormai fissato sul suo corpo in un vera e propria griffe: Sorry, I’m different. Una voce fuori dal coro per vestire e far gridare con stile tutti coloro che sono o si sentono differenti. Per giocare con il guardaroba, mixare e divertirsi. Con creatività.

Così Ilaria realizza due magliette basic con la frase Sorry, I’m different. Le prime due di una lunga serie, pensate inizialmente per lei e sua figlia. E poi subito dopo è t-shirt mania…Gli amici, gli amici degli amici, i followers e… a tutto effetto trend! Fino alla prima capsule ufficiale SevenSins by Sorry, I’m Different, lanciata in anteprima per Pitti Uomo 92 e presentata alla fashion week milanese. I sette peccati capitali sono raffigurati su jeans, magliette, felpe impreziositi di decori e tessuti ricercati, per un made in Italy che fa davvero la differenza. Per quel domani che farà, si intonerà con differenza. Sorry, I’m Different! Per info www.sorry-imdifferent.com